Pubblicata la prassi di riferimento UNI/PDR 18:2016 che recepisce e rende applicabili gli indirizzi operativi per l’implementazione della UNI ISO 26000, lo standard internazionale di riferimento in tema di azioni sociali da parte di enti ed istituzioni.

Resa pubblica la Prassi di Riferimento UNI/PdR 18:2016, che recepisce e rende applicabili gli indirizzi operativi per l’implementazione della UNI ISO 26000, norma che ad oggi rappresenta lo standard internazionale di riferimento in tema di azioni sociali da parte di enti ed istituzioni.

Il documento è volume di 80 pagine pieno di spunti concettuali, soluzioni ed esempi applicativi di facile riproducibilità in qualunque tipo di ente o di organizzazione, pubblica o privata, lucrativa o non.

Affronta e chiarisce le tematiche più critiche presenti nella UNI ISO 26000 e di più difficile realizzazione: la materialità (materiality), la responsabilità di rendere conto (accountability) ed il coinvolgimento dei portatori di interesse (stakeholder engagement). In pratica la comunicazione il più possibile completa, esauriente e trasparente delle attività e degli impatti che un ente produce in ambito sociale, ambientale, economico. 

All'interno della norma si ritrovano inoltre utili indicazioni anche per la salute e la sicurezza sul lavoro e il benessere di addetti e lavoratori:
1) la segnalazione near-misses, “quasi” infortunio sul lavoro o un “mancato” incidente professionale, distinguendolo per causa, età, provenienza, e genere;
2) compiere anamnesi lavorative e screening medico-sanitari distinti per sesso;
3) dare sostegno e assistenza a parenti disabili di lavoratori e addetti;
4) patrocinare misure utili al reinserimento lavorativo di persone disabili;
5) agevolare i dipendenti con l’erogazione di mutui a tasso agevolato o creando mense e asili nido interni o in convenzione oppure favorire l’utilizzo di navette al posto delle auto personali;
6) concedere orari flessibili in grado di armonizzare tempi di vita e di lavoro;
7) promuovere corsi e iniziative di formazione continua;
8) sostenere attività di rilevazione e di monitoraggio del benessere organizzativo attraverso colloqui individuali e sportelli di ascolto.

 

Foto Autore

INAIL


Foto Autore

UNI


  • Giuseppe
  • Ignazio

    "Buono"

  • Davide
  • Luca

    "le organizzazioni si stanno preparando per il futuro"

  • Giovanni

    "ottimo!!"

  • Claudio
  • Filippo
  • Francesco
  • Renato
  • Marcello
  • Pietro
  • Francesco

    "Un ottimo ausilio per un grande servizio, per una cultura di settore"


Condividi

Documenti Simili

SICUREZZA LAVORO pdr 87:2020: servizio prevenzione e protezione Norme UNI
3 download
GRATIS
SICUREZZA LAVORO file excel ed iauditor - attivitÓ pulizia scuole Scuola
52 download
GRATIS
SICUREZZA LAVORO diario autovalutazione giornaliera del lavoratore covid19 Check-List
 5 recensioni
290 download
GRATIS
SICUREZZA LAVORO checklist verifica requisiti attivita' smartworking Check-List
 5 recensioni
227 download
GRATIS
SICUREZZA LAVORO checklist verifica requisiti gestione emergenza covid19 Check-List
 5 recensioni
360 download
GRATIS
SICUREZZA LAVORO lista di controllo cassette primo soccorso
2 download
4,90 €
SICUREZZA LAVORO modello di nomina addetti emergenze
2 download
4,90 €
SICUREZZA LAVORO corso di formazione dispositivi di protezione individuale
11 download
19,99 €
SICUREZZA LAVORO relazione annuale inail 2018 Report
 9 recensioni
117 download
GRATIS
SICUREZZA LAVORO manuale inail sicurezza lavoro e sicurezza manutenzione Manutenzione periodica
 20 recensioni
444 download
GRATIS
SICUREZZA LAVORO video workshop la nuova direttiva cancerogeni Rischio chimico
 9 recensioni
192 download
GRATIS
SICUREZZA LAVORO rapporto 2019 incidenti e malattie nelle provincie italiane Report
 10 recensioni
171 download
GRATIS