Logo iCLhub
Scarica | Condividi | Socializza
HOME    SCADENZARIO    ARCHIVIO    CHI SIAMO    ASSISTENZA    FAQ   
REGISTRATI
ACCEDI
Carrello  La tua lista (0)

Lista documenti scelti

Nessun documento aggiunto

Pubblica con noi

Pubblica non noi - Istituzioni

Sostienici

iAuditor

Documenti

  •   Gratuiti
  •   Con donazione

Tipologia

  •   Acqua
  •   Agenti fisici
  •   Agricoltura
  •   Agroalimentare
  •   Alcol e Lavoro
  •   Alcol e tossicodipendenza
  •   Allegati 3A-3B
  •   Allevamenti
  •   Ambienti
  •   Ambienti confinati
  •   Ambienti di lavoro
  •   Amianto
  •   Ancoraggi
  •   Antincendio
  •   App iAuditor
  •   Appalti pubblici
  •   Apparecchi sollevamento
  •   Ascensori
  •   ATEX
  •   Attrezzature a pressione - PED
  •   Attrezzature lavoro
  •   Autofficine
  •   Benessere
  •   Beni culturali
  •   Buone pratiche
  •   Caduta in piano
  •   Calcestruzzo
  •   Caldo
  •   Campi elettromagnetici
  •   Cancerogeni
  •   Cantieri forestali
  •   Cave - Attività estrattive
  •   Certificazione ambientale
  •   Certificazione qualità
  •   Certificazione Sicurezza
  •   Check-List
  •   Clima
  •   Codice Appalti
  •   Committente
  •   Compendium
  •   Condominio
  •   CSP - CSE
  •   Datore di lavoro (DL)
  •   Differenza di genere
  •   Direttiva Macchine
  •   Direttore Lavori
  •   Documentazione obbligatoria
  •   Documenti
  •   DPI
  •   DUVRI
  •   DVR
  •   DVR Procedure Standardizzate
  •   Ecosistemi
  •   Edilizia
  •   Efficienza energetica
  •   Emergenze
  •   Fibre Artificiali Vetrose
  •   Finanziamenti e investimenti
  •   Fitosanitari
  •   Formatori
  •   Formazione professionale
  •   Formazione sicurezza
  •   Formulari
  •   Gas Serra
  •   Gas Tossici
  •   Giurisprudenza
  •   Green economy
  •   Grù
  •   HACCP
  •   Idrogeno
  •   Imbragature
  •   Impermeabilizzazioni
  •   Impianti biogas
  •   Impianti elettrici
  •   Impiantistica
  •   INAIL
  •   Incidenti rilevanti
  •   Industry 4.0
  •   Informazione
  •   Infortuni
  •   Inquinanti aria
  •   Invecchiamento attivo
  •   ISO 45001:2018
  •   Ispezioni e Controlli
  •   Jobs act
  •   L. 231/2001
  •   Lavoratori
  •   Lavori in quota
  •   Lavori sotto tensione
  •   Lavoro marittimo
  •   Legno
  •   Linee Guida
  •   Logistica
  •   Macchine a pressione
  •   Macchine utensili
  •   Magazzini
  •   Malattie professionali
  •   Manutenzione periodica
  •   Mass Media
  •   Materiali
  •   Medico competente
  •   Metalmeccanica
  •   Microclima
  •   Modelli gestionali
  •   Movimentazione carichi
  •   Movimentazione Manuale Carichi - MMC
  •   Movimentazione terra
  •   Nanotecnologie
  •   Normative
  •   Norme UNI
  •   Open data
  •   Organizzazione e benessere
  •   Palchi e fiere
  •   Parapetti
  •   Percezione del rischio
  •   Pesca
  •   Piano Operativo Sicurezza (POS)
  •   Piano Sicurezza Coordinam. (PSC)
  •   Pirotecnici
  •   PLE
  •   Politiche
  •   Ponteggi
  •   Porti
  •   Prevenzione
  •   Primo Soccorso
  •   Privacy - GDPR
  •   Progettazione luoghi di lavoro
  •   Radiazioni Ionizzanti
  •   Radiazioni Ottiche (ROA)
  •   Radioprotezione
  •   Radon
  •   Regolamento Prodotti Costruzione - CPR
  •   Report
  •   Reti sicurezza
  •   Reti sotterranee
  •   Rifiuti
  •   Rischio biologico
  •   Rischio chimico
  •   Rischio elettrico
  •   Rischio idrogeologico
  •   Rischio sismico
  •   RLS/T
  •   Robot
  •   RSPP
  •   Sabbiatura
  •   Saldatura
  •   Sanità
  •   Scale portatili
  •   Scariche atmosferiche
  •   Scavi
  •   Scuola
  •   Seveso
  •   SGSL
  •   Sicurezza cantieri
  •   Sicurezza lavori
  •   Slide tecniche
  •   Smart Road
  •   Smart working
  •   Sorveglianza Sanitaria
  •   Sovraccarico biomeccanico
  •   Stress lavoro correlato
  •   Stress termico
  •   Sviluppo Sostenibile
  •   Tessile
  •   Testo Unico Sicurezza Lavoro [TUSL]
  •   Trafilatura
  •   Turismo
  •   Ufficio
  •   Valutazione dei Rischi
  •   Valutazione impatto ambientale
  •   Valutazione Impatto Sanitario
  •   Videoterminali (VDT)
  •   Volontariato

Immagine IMPIANTI ELETTRICI IN ATEX 726 DOWNLOAD

IMPIANTI ELETTRICI IN ATEX

Palazzoli Academy

GRATUITO
Categoria: SICUREZZA IMPIANTI
Tipologia: ATEX
Anno di pubblicazione: 2015 - Ver. 1.0
4.4  
  44 recensioni  -
Condividi su Facebook Condividi su Google+ Condividi su Twitter Condividi su LinkedIn

Abstract


Dispensa del corso di formazione della Palazzoli Academy sul rischio incendio ed esplosione innescabile dagli impianti elettrici installati in atmosfere ATEX.

Descrizione


La Palazzoli Academy ha prodotto una dispensa per i suoi seminari d'informazione e aggiornamento per tecnici e installatori sulla prevenzione dei rischi d'incendio e d'esplosione innescati dagli impianti elettrici installati in ambienti di lavoro con la presenza di atmosfere ATEX.

Nella stragrande maggioranza dei processi industriali è previsto l'utilizzo di sostanze infiammabili o combustibili, che vengono stoccate, manipolate o trasportate. Escludendo le sostanze esplosive, o quelle chimicamente instabili, per le quali il pericolo è riconosciuto, in natura, esiste un elevato numero di elementi "insospettabili" che presentano la peculiarità, in determinate condizioni, di poter generare un’ esplosione.
Infatti, mentre la pericolosità di alcuni settori come quello chimico o petrolchimico risulta nota, lo è meno quella di alcuni ambienti lavorativi che potremmo definire "ordinari", come ad esempio industrie agroalimentari, di lavorazione metalli, falegnamerie, distillerie, zuccherifici, zone di ricarica muletti, etc. Sono proprio questi, infatti, gli ambienti in cui si sono registrati i più gravi incidenti.

All’interno dei luoghi di lavoro in cui si possono formare atmosfere esplosive per la presenza di gas e/o polveri combustibili, al fine di facilitare la scelta e l’installazione delle apparecchiature elettriche da utilizzare in sicurezza, è stato introdotto il concetto di zona che sta alla base della classificazione delle aree pericolose.

In ogni impianto o ambiente a potenziale rischio esplosivo, ogni punto in cui può essere emessa la sostanza infiammabile, con modalità tali da formare atmosfere esplosiva, sia durante il funzionamento normale sia in condizioni di guasto prevedibili, è definito sorgente di emissione.

Poiché essa viene definita in relazione alla frequenza con cui una sorgente può emettere la sostanza pericolosa, nel corso degli anni sono stati creati dei modelli matematici basati sull’interazione di parametri caratterizzanti l’ambiente (temperatura, pressione, ventilazione, ecc.) e le condizioni operative che coinvolgono la sostanza pericolosa, come tempi, modi e temperature di emissione.

Il sistema normativo IEC, in particolare con la serie di norme IEC 60079-10, che stabilisce le regole di base per gli impianti elettrici nei luoghi con pericolo di esplosione sia per la presenza di gas che di polveri combustibili, per quanto concerne la classificazione delle aree pericolose, fa riferimento ad un particolare modello di calcolo, definito IEC zone system.

Questo modello è basato sulla determinazione della probabilità di formazione dell’atmosfera esplosiva e la sua persistenza nel tempo all’interno degli ambienti che diventano pertanto parametri fondamentali per la suddivisione in zone pericolose.    
 
Leggi tutto

Screenshot



Editore


Foto Editore

Palazzoli Academy


Recensioni lasciate dagli utenti


Faur
raffaele
franco edoardo

GRANDE DETTAGLIO
CLAUDIO
Roberto

Documenti simili


Idrogeno
 7 recensioni
113 download
GRATIS Aggiungi  +
Rifiuti
 4 recensioni
109 download
GRATIS Aggiungi  +
Attrezzature a pressione - PED
 20 recensioni
354 download
GRATIS Aggiungi  +
Impianti elettrici
 31 recensioni
533 download
GRATIS Aggiungi  +

Documenti d'archivio correlati


La relazione è un'analisi preliminare della conformità della situazione esistente relativa ai piani esterni di risposta all'emergenza offshore con i requisiti dell&#...
L'ABB ha pubblicato un dossier tecnico sul rifasamento e filtraggio delle armoniche negli impianti elettrici.
Pubblicata (in inglese) dalla Commissione Europea (tramite JRC) la versione 2018 della guida tecnico procedurale per le ispezioni sugli impianti di coltivazione e/o estrazione idrocarburi...
Nel documento sono riportate le conclusioni del Gruppo di Lavoro istituito presso il MiSE per definire Indirizzi e Linee Guida per il monitoraggio delle attività di sottosuolo, con...